salta ai contenuti
Turismo in Pianura
 

Sito ufficiale di informazione turistica della Pianura Bolognese

Crescentina o gnocco fritto

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Specialità della tradizione gastronomica bolognese

 
Crescentine tradizionali
Crescentine tradizionali

La crescentina è un prodotto di pasta lievitata e fritta tipica del Bolognese; verso il confine con il Modenese viene chiamata anche gnocco fritto. Questa specialità si può gustare nella maggior parte di sagre e feste che vengono organizzate nel territorio bolognese, dove viene offerta da sola o farcita con salumi e formaggi

 

La  ricetta subisce piccole variazioni di paese in paese, ma anche di casa in casa. La crescentina si presenta in forma rettangolare o quadrata o a rombo; lo gnocco in origine era di forma rotonda, mentre oggi si presenta in forma romboidale, ma più spesso rettangolare o quadrata. Analogamente alle crescentine, presenta uno o due tagli centrali oppure qualche foratura con i rebbi della forchetta, per evitare che si gonfi durante la cottura in padella.

 

La crescentina risulta bianca e ben gonfia se cotta in un tegame di ferro da frittura con i bordi alti, perchè cuocendo aumenta molto di volume. In alcune zone lo gnocco si continua a fare non lievitato, mentre la crescentina è sempre con impasto lievitato. Oltre a farina, lievito, strutto, acqua o latte, sale, c'è chi aggiunge anche il brandy, che rende la frittura meno unta. Per friggere serve un quantitativo di strutto pari ad almeno il doppio della farina.

 

Si procede come per una pasta da pane, aggiungendo i liquidi necessari alla formatura dell'impasto; nel caso si usi lievito di birra l'impasto necessita di un tempo di riposo per la lievitazione, fino al raddoppio in volume, altrimenti si può procedere direttamente a ricavare le crescentine o lo gnocco.

 

Crescentina e gnocco vanno fritti nello strutto e debbono esser prelevati dalla frittura quando ancora bianchi, senza aspettare che diventino dorati, altrimenti perdono di morbidezza, diventando troppo fragili e croccanti. 

 

La crescentina viene fatta e servita in molti ristoranti, chioschi e festival locali in tutto il Bolognese. Per esempio è possibile trovarla appena fritta in questi chioschi di Zola Predosa:

  • La Baracca, Via Buonarroti 1 - Località San Pancrazio, tel. 051 756552. Aperto da maggio a dicembre, chiuso il lunedì
  • Mamma Rina, Via Risorgimento 53 - Località Riale, tel. 338 1231844. Aperto tutto l'anno
 
Come arrivare
Info sulla località

L'Ufficio IAT sovracomunale "Colli Bolognesi" ha sede presso Villa Edvige Garagnani a Zola Predosa e fornisce informazioni anche sulle località di Bazzano, Casalecchio di Reno, Castello di Serravalle, Crespellano, Monte San Pietro, Monteveglio e Savigno.

 

Villa Edvige Garagnani

Via Masini, 11 - 40069 Zola Predosa (BO)

Tel. +39 051 9923221
Fax +39 051 752838

 

Orario di apertura:

lunedì chiuso

martedì, mercoledì, giovedì e venerdì 9,00-13,00 e 14,30-18,30

sabato 9,00-13,00

Chiuso la domenica e festivi

 

Ultimo aggiornamento: 27-12-2016

 
 
A cura della Redazione Pianura Bolognese
 
 
 
 
torna ai contenuti torna all'inizio