salta ai contenuti
Turismo in Pianura
 

Sito ufficiale di informazione turistica della Pianura Bolognese

Calderara di Reno

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Cippo del Triumvirato in località Sacerno - Provincia di Bologna
Cippo del Triumvirato in località Sacerno - Provincia di Bologna

Il nome di Calderara deriva dall'attività dei locali "calderai", gli artigiani che fabbricavano caldaie, paiuoli e pentole. 

 

 

Calderara si adagia lungo la riva sinistra del Reno, al centro di un territorio centuriato dai Romani già in età repubblicana. Dedicata al periodo romano, infatti, la nuova sezione del Museo Archeologico Ambientale, aperto tutte le domeniche con i reperti rinvenuti sul territorio.

Nel 43 a.C. è la grande storia a passare di qui. La località di Sacerno è indicata come il luogo dove, alla morte di Giulio Cesare, Ottaviano Augusto, Marco Antonio e Marco Emilio Lepido si spartirono il mondo romano col Secondo Triumvirato. Il sito è oggi segnalato da una stele di età barocca, recentemente restaurata e posta lungo gli argini del torrente Lavino.

 

La centralità di Sacerno ha tuttavia origini ben più antiche. In passato conosciuta anche come Mezzomondo, fino al XVI secolo la località era chiamata San Chierno, toponimo che deriverebbe dal celtico Kernunnos, dio cornuto associato al corso dei fiumi e al centro del mondo. In età cristiana, nell'VIII secolo, la vicina Rotonda proto romanica di Sant'Elena sorse a consacrare un luogo allora già sacro ad altri culti. I resti dell'antica chiesa costituiscono oggi l'originalissimo campanile della successiva pieve di fondazione benedettina.

Tra le belle ville padronali e gli edifici rurali del territorio, si segnalano Villa Tanara (XVII secolo) e Villa Donini, con il parco progettato alla fine dell'800 dal Conte di Sambuy, che abbiamo già visto all'opera a Villa Magnani di Zola Predosa. Da ricordare è anche il complesso della chiesa di San Vitale a Longara, già residenza estiva del Cardinale Lambertini poi Papa Benedetto XIV.

A Tavernelle Emilia è impossibile non notare l'ormai precaria mole di Villa Paleotti Spalletti, il cui retro si affaccia sulla via Persicetana. Edificata nel XVII secolo dai Paleotti, passò nel 1682 ai commercianti Zagnoni, che ottennero il permesso di organizzare nel prato antistante la villa un'importante fiera settembrina.

Calderara di Reno aderisce all'Associazione Nazionale "Città del Vino".

 
 
Alcuni dati
Distanza da Bologna:
Km. 12
 
Altitudine:
m. 22/40
 
Popolazione:
13.196 (al 1 gennaio 2016)
 
Giorno di mercato:
lunedì
 
Patrono:
San Petronio (4 ottobre)
 
Frazioni:
Longara, San Vitale e Sacerno
 
Manifestazioni ricorrenti

Ecofesta: fine marzo

Festa di primavera: aprile

ReMida Day: maggio

Settimana calderarese: tra maggio e giugno

Festa dello sport: inizio giugno

Festa del lippolo, a Lippo: fine luglio

Rassegna estiva: da luglio alla prima settimana di agosto

Calderara Incanta: settembre

Festa dello storione, a Lippo: settembre

Sagra dell'ovo casarino, a Longara: settembre

Sagra degli antichi sapori: ottobre

Sagra del tortellino: inizio dicembre

Festa di Natale: metà dicembre

Per informazioni

URP - Ufficio Relazioni con il Pubblico del Comune di Calderara di Reno

Piazza Marconi, 7 - 40012 Calderara di Reno (BO)

Tel. +39 051 6461205 -  6461201 - 6461280

 
Orari di apertura: 

da lunedì a sabato 8.00 - 13.00

giovedì  8.00 - 19.00


Ultimo aggiornamento: 17-01-2017
 
 
A cura della Redazione Pianura Bolognese
 
 
 
 
 
 
 
torna ai contenuti torna all'inizio