salta ai contenuti
Turismo in Pianura
 

Sito ufficiale di informazione turistica della Pianura Bolognese

San Giovanni in Persiceto

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Piazzetta Betlemme - Comune di San Giovanni in Persiceto
Piazzetta Betlemme - Comune di San Giovanni in Persiceto

Il nome fa riferimento al santo patrono, mentre Persiceto indicherebbe il luogo che nei tempi della supremazia di Nonantola fu ''persiccato'' ovvero prosciugato per poter essere coltivato.

 

 

La città di San Giovanni in Persiceto, patria del carnevale e della maschera di Bertoldo, si segnala per il suo grande centro storico medievale dall'originale impianto concentrico.

La caratteristica forma del vecchio nucleo della città, detto Borgo Rotondo, risale forse all'epoca longobarda. L'Abbazia di Nonantola esercitò la propria supremazia sul territorio persicetano, che tuttavia già nel IX secolo passò in parte al Contado bolognese. Risalgono a quell'epoca le prime concessioni ai persicetani da parte degli abati di Nonantola e dei vescovi bolognesi di vaste estensioni di terreni incolti e paludosi da bonificare. Questi terreni costituiranno i beni della futura Partecipanza agraria. Oltre che nel capoluogo, il Consorzio dei Partecipanti di San Giovanni in Persiceto ha una sede nella frazione di San Matteo della Decima: la Ca' Granda, edificio disponibile per manifestazioni culturali.

Nella centralissima piazza del Popolo si trova la Collegiata di San Giovanni Battista, costruita a partire dal 1671, dove sono collocate le opere dei principali esponenti della pittura bolognese fra il '500 e l'800: Guercino, Albani, Gandolfi e Guardassoni.

Di fronte alla Collegiata ha sede il Palazzo Comunale di origine quattrocentesca, caratterizzato all'interno dal suggestivo scalone settecentesco dell'architetto Giuseppe Tubertini.

Accanto sorge il Teatro Comunale , inaugurato nel 1790, sede di un'importante stagione teatrale, oltre a concerti, convegni e conferenze.

Da non perdere è la fantastica piazzetta Betlemme, ribattezzata "La piazzetta degli inganni" per via dei coloratissimi dipinti trompe l'oeil, opera del noto scenografo Gino Pellegrini.

In piazza Garibaldi si trova la chiesa della Madonna della Cintura,  progettata da Alfonso Lombardi, dalla magnifica è la corale in legno di noce.

A fianco della chiesa, il Palazzo San Salvatore, eretto nel '700 da Giuseppe Civoli. Sede dell'Ospedale fino al secolo scorso, ospita ore l'archivio storico comunale e la Biblioteca comunale "Giulio Cesare Croce", che possiede tra l'altro gli importanti fondi costituiti dai lasciti dei concittadini Alberto Bergamini, fondatore del "Giornale d'Italia", e del grande storico delle religioni Raffaele Pettazzoni.

Ma l'edificio più antico di San Giovanni è il Palazzaccio o Casa dell'Abate (via Gramsci), assai caratteristico per l'alto portico con colonne di quercia. Il palazzo risale ai secc. XIII-XIV e veniva utilizzato come magazzino per la riscossione delle decime all'Abbazia di Nonantola.

In piazza Carducci si trova poi il medioevale Complesso Conventuale di San Francesco, in fase di ristrutturazione da parte del Comune.

Nei pressi di San Matteo della Decima, a un passo da Cento, da visitare è la Villa Giovannina , temporaneamente chiusa in seguito al sisma di maggio 2012.

Nella frazione Le Budrie visse e morì la santa bolognese Clelia Barbieri , fondatrice delle Suore minime dell'Addolorata, canonizzata il 9 aprile 1989 da Giovanni Paolo II. Nell'oratorio di San Giuseppe sono conservate le reliquie della santa. Alle Budrie da non mancare è anche una visita all'imponente mole di Villa Caprara, costruita nei pressi dell'argine del Samoggia.

 

Presso gli Urp dei Comuni dell'associazione intercomunale Terre d'acqua è disponibile una cartina dal titolo "Il territorio e i suoi prodotti - Oltre i luoghi comuni", con proposte di itinerari cicloturistici e guida all'acquisto di prodotti agricoli presso le aziende. Lungo l'itinerario si toccano luoghi di grande interesse naturalistico, come le Vasche di Tivoli-Manzolino, il Museo del Cielo e della Terra e il Museo Archeologico-Ambientale.

 
 
Alcuni dati
Distanza da Bologna:
Km 21
 
Altitudine:
m. 16/43
 
Popolazione:
27.982 (al 1 gennaio 2016)
 
Giorno di mercato:
mercoledì
 
Patrono:
San Giovanni (24 giugno)
 
Frazioni:
San Matteo della Decima, Amola, Biancolina, Castagnolo, Le Budrie, Lorenzatico, Tivoli e Zenerigolo
 
Manifestazioni ricorrenti

Carnevale storico persicetano, con la maschera di Bertoldo: ultime due domeniche antecedenti la Quaresima.
Carnevale storico di San Matteo della Decima, la maschera tipica è "Re Fagiolo di Castella": ultime due domeniche antecedenti la Quaresima.
Festa delle spighe, a Le Budrie: inizio di giugno.
Fira di ai (Fiera degli agli): 2a metà di giugno
La cucombra - Sagra del cocomero e del melone: inizio luglio.
Festa in onore di Santa Clelia Barbieri, a Le Budrie: 13 luglio.

Un paese all'opera, spettacolo di opera lirica all'aperto: vigilia di Ferragosto.

Fiera d'autunno: 2a metà di settembre.
Festone (Festa del ringraziamento): 2° week end di ottobre.
A brusa Vècia (Brucia la Vecchia), grandi fantocci raffiguranti "La Befana" vengono bruciati al calar della sera, a San Matteo della Decima: vigilia dell'Epifania.

Per informazioni

URP - Ufficio Relazioni con il Pubblico del Comune di San Giovanni in Persiceto


San Giovanni in Persiceto

Corso Italia 78 - 40017 San Giovanni in Persiceto (BO)

Numero verde 800 069678


Orario di apertura:

lunedì, mercoledì, venerdì e sabato 8.30 - 13.30

martedì e giovedì 8.30 - 18.30

Orario estivo: dal lunedì al sabato ore 8.30-13.00


Loc. San Matteo della Decima c/o Centro civico
Via Cento 158/a - 40017 San Giovanni in Persiceto
Tel. +39  051 6812057


Orario di apertura:

da lunedì a sabato 8.30 - 13.30

Orario estivo: dal lunedì al sabato ore 8.30-13.00


Ultimo aggiornamento: 13-04-2017
 
 
A cura della Redazione Pianura Bolognese
 
 
 
 
 
 
 
torna ai contenuti torna all'inizio