salta ai contenuti
Turismo in Pianura
 

Sito ufficiale di informazione turistica della Pianura Bolognese

Sala Bolognese

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Cassa di espansione di Dosolo - Comune di Sala Bolognese
Cassa di espansione di Dosolo - Comune di Sala Bolognese

Il nome "Sala" pare si riferisse all'attività artigiana dei costruttori di sale (assali) per veicoli. Sala vuole anche dire "erba palustre", un tempo utilizzata per impagliare le sedie.

 

 

La Pieve romanica di Santa Maria Annunziata e San Biagio vale da sola una visita a Sala Bolognese. La basilica, costruita nel 1096 in stile romanico-lombardo, è un esempio più unico che raro al di qua del fiume Panaro, confine naturale che per secoli separò la parte orientale della regione da quella occidentale di influenza lombarda.

Con la bicicletta è possibile visitare le numerose frazioni, le chiese e le ville disperse nella campagna, o accedere alle sponde dei fiumi Reno e Samoggia. Tra maceri circondati da olmi e salici bianchi, chi passeggia con occhio attento, magari munito di un buon binocolo e un paio di manuali per il riconoscimento di piante e animali, può fare incontri interessanti.

Nella frazione di Bagno di Piano sono molte le opportunità di visita. La cinquecentesca chiesa di San Michele Arcangelo (temporaneamente chiusa) custodisce due importanti dipinti attribuiti al Crespi e al Francia, intorno ai quali sono disposti i misteri del rosario di scuola carraccesca.

Palazzo Zambeccari (Il Conte) è un bell'edificio del XVI secolo, ora di proprietà dell'Università e visibile solo dall'esterno. Ha le caratteristiche quattro torri angolari, una scala a doppia rampa conduce nell'interno, dove sono tuttora visibili tracce di decorazioni a fresco. A Villa Minelli (ora adibita ad agriturismo) di notevole interesse sono la torre, il cortile e la piccola cappella settecentesca.

Da non mancare è anche una visita allo stabilimento idrovoro di Bagnetto (Castello d'Argile), che con la vicina area di riequilibrio ecologico della Cassa di espansione del Dosolo, costituisce una delle principali opere di bonifica e sistemazione idraulica che hanno reso possibile la coltivazione e gli insediamenti in queste zone, un tempo paludose. All'interno della Cassa di espansione del Dosolo si trova l'Ecomuseo dell'Acqua.

A Osteria Nuova troviamo Villa Terracini (XVIII secolo), tipica casa padronale della pianura, aperta nell'occasione di eventi. Nel suo grande parco si trova un bell'esempio di "conserva", sorta di dispensa-frigo naturale usata fino al secolo passato. Il complesso, aperto in occasione di eventi, ospita anche la "Chiesa dell'arte", unica scuola di arti plastiche diretta da uno scultore non vedente.

 
 
Alcuni dati
Distanza da Bologna:
Km. 18
 
Altitudine:
m. 21/31
 
Popolazione:
8.353 (al 1 gennaio 2016)
 
Giorno di mercato:
venerdì a Padulle, martedì a Osteria Nuova. Nel 2009 mercato domenicale nei giorni: 19 aprile, 10 maggio, 21 giugno, 12 luglio, 9 agosto, 13 settembre e 11 ottobre.
 
Patrono:
San Petronio (4 ottobre)
 
Frazioni:
Padulle è il capoluogo. Frazioni: Bagno di Piano, Bonconvento, Osteria Nuova, Sala
 
Manifestazioni ricorrenti

Carnevale dei bambini: tra gennaio e febbraio.
Festa dello sport: giugno.

Fiera di Sala: giugno.
Teatrini tra parchi e giardini, rassegna di burattini: luglio e agosto.
Carnevale notturno: luglio.
Festa di fine estate: 1° week-end di settembre.
Estate di San Martino, eventi legati alla cultura rurale: novembre.

Per informazioni

Ufficio Cultura del Comune di Sala Bolognese


Piazza Guglielmo Marconi 1 - 40010 Sala Bolognese (BO)
Tel. +39 051 6822535


Orari di apertura:

martedì e venerdì 8.30 - 13.30

giovedì 15.00 - 17.30

sabato 9.00 - 12.00

 

Ultimo aggiornamento: 23-01-2017
 
 
A cura della Redazione Pianura Bolognese
 
 
 
 
 
 
 
torna ai contenuti torna all'inizio